In Sardegna con il camper

  • Vacanze in Sardegna con il camper

Esplorare la Sardegna in camper è un'esperienza unica, assolutamente da non sottovalutare. La natura a tratti incontaminata, i piccoli paesi dell'entroterra immersi nella tradizione e le splendide e famose spiagge si prestano ad un itinerario con il camper. Con questo mezzo di trasporto è possibile visitare l'isola dalle mille sorprese in libertà, senza perdersi il suo cielo stellato e ogni suo più angusto ma meritevole anfratto.

Le aree di sosta per camper in Sardegna

In Sardegna si trovano diverse aree riservate alla sosta dei camper . Nel nord dell'isola le aree di sosta sono parecchie. Nel sassarese si trovano quattro di esse, due delle quali disposte a pochissima distanza dalle splendide spiagge della Pelosa e delle Saline di Stintino . Altri punti di sosta della Sardegna settentrionale sono quello di Viddalba (a poca distanza da Badesi e Castelsardo ), quello di San Teodoro (nel centro del paese, accanto al campo da calcio e al locale "Il Salsero").

Stagno di Berchida vicino all'area di sosta Spostandosi poco più in basso verso l' Ogliastra e la Barbagia si incontrano altre zone di sosta per camper . A pochi metri da Berchida , una delle spiagge più belle di Siniscola , si trova un' area con possibilità di sosta anche notturna .

A Orgosolo , Dorgali , Mamoiada e Oliena si trovano altre piazzuole di ristoro per i camper: quella di Oliena dista pochi metri dalla suggestiva sorgente di Su Gologone .

Nel sud Sardegna si trovano altrettanti parcheggi per i camper , distribuiti tra Barumini, Arbus e la zona del cagliaritano (Domus de Maria, Burcei, Teulada e Sant'Antioco).

Sosta libera per il camper in Sardegna

La maggior parte delle aree di sosta sopraccitate sono ad accesso gratuito .

Due sono quelle invece che presentano delle tariffe di ingresso : l'area di Posada , sulla spiaggia di Orville, che prevede un pagamento delle ore diurne, e il parcheggio asfaltato a ridosso de La Pelosa di Stintino, dotato di parchimetro a tariffa oraria diurna.

Consigli per le vacanze ad agosto con il camper

Nave della Tirrenia in Porto - Sardegna ad agosto Raggiungere la Sardegna con il proprio camper al seguito è reso possibile dai traghetti . Viaggiare ad agosto in questa terra famosa per le sue acque cristalline non è semplice: l'alta stagione è spesso particolarmente affollata e i prezzi delle navi tendono a salire notevolmente. Per risparmiare sui biglietti è quindi consigliabile prenotare con largo anticipo e, se possibile, optare per le partenze infrasettimanali .

Le spiagge più famose della Sardegna, ma purtroppo ad agosto anche quelle meno note, possono essere sovraffollate per chi ama la solitudine. Per poter usufruire delle aree di sosta nei pressi delle spiagge è opportuno raggiungere presto la meta, prima che inizi la calca e il parcheggio si riempia completamente. Le prime luci del mattino e il tardo pomeriggio sono le ore più tranquille della giornata .

Il giro della Sardegna in camper con i bambini

I più piccoli ameranno la Sardegna per le sue spiagge dalle acque pulite, ma anche per i suoi parchi divertimento e le sue attrazioni archeologiche.
L' area di sosta di Barumini si trova a pochi passi dal complesso nuragico di Su Nuraxi , uno dei più grandi e complessi di tutta la Sardegna. Il nuraghe non è l'unica attrazione vicino a questa zona di sosta. La Sardegna in miniatura con i suoi numerosi richiami per i bambini (tra cui il Planetario e il parco dei dinosauri) si trova a soli 2 km di distanza dal parcheggio.

Anche Mamoiada con il suo famoso Carnevale e le sue maschere è un luogo capace di affascinare i bambini. La zona di sosta del paese (aperta anche di notte) si trova su uno sterrato parzialmente illuminato in via Cavour.

Ideali per il divertimento dei piccoli sono anche le spiagge di Stintino e di Berchida , caratterizzate da fondali bassi e sabbiosi e dotate entrambe di ampie aree di sosta.