Esplorando Dorgali - Viaggio tra natura, archeologia e tradizione

  • Dorgali - Tomba dei giganti S'Ena e Thomes

Dorgali è un paesino del nuorese che comprende spiagge dalle acque incantevoli e aspre montagne. A Dorgali i segni degli antichi popoli nuragici convivono con la tradizione artigiana dell'entroterra e il più moderno turismo estivo nelle località di mare. La ricchezza del territorio e la sua importanza a livello naturalistico e archeologico rendono Dorgali una meta da non perdere.

Come arrivare a Dorgali

Partendo in auto da Cagliari si può arrivare a Dorgali in circa due ore e mezzo. Immettendosi sulla SS 131 , è sufficiente procedere per 70 km fino a prendere lo svincolo per Dorgali/Lula/Bitti per poi svoltare a destra sulla SP 73. A questo punto si seguono le indicazioni per Dorgali/Orosei per 17 km per poi immettersi sulla SS 125 Orientale Sarda procedendo fino alla meta.

66 km separano Arbatax e il relativo porto da Dorgali. Per raggiungere la meta si deve imboccare la SP 56 e svoltare a destra dopo 15 km. Si prosegue su questa strada per altri 14 km fino a immettersi verso sinistra sull' Orientale Sarda e procedere per 29 km fino a Dorgali . Il percorso dura un'ora e venti minuti.

Partendo in auto da Olbia è necessario immettersi sulla SS 131 e procedere in direzione Cagliari/Nuoro. Dopo 73 km si prende l'uscita verso Dorgali. Per 400 metri si prosegue sulla SP 73 per poi svoltare a destra sulla SP 38 e continuare a seguire le indicazioni per Dorgali .

Se si parte in bus da Cagliari è necessario prendere due corriere dell'Arst. La prima linea è 9342 e parte dal capoluogo sardo per portare i passeggeri fino a Nuoro . Da qui si procede sulla linea Arst numero 520 fino a Dorgali.

E' possibile raggiungere Dorgali con i mezzi pubblici anche da Arbatax . Il bus numero 305 collega Arbatax e Tortolì. E' sufficiente scendere alla fermata Tortolì - Fra Locci e prendere l' autobus 521 fino a Dorgali. In poco meno di tre ore si arriva a destinazione.

B&B, agriturismi e hotel a Dorgali - Dove alloggiare e dove mangiare

A Dorgali ci sono diverse sistemazioni pronte ad ospitare i viaggiatori che visitano il territorio.

L' HOTEL IL QUERCETO è immerso in un contesto naturale molto suggestivo: un bosco di querce circonda interamente la struttura. Molte camere, arredate in stile moderno, vantano una vista sulle montagne del Gennargentu .

Il KIANNA B&B sorge in una zona di Dorgali in cui è possibile dedicarsi a vari hobby e attività, come lo snorkeling , le immersioni, il trekking e l'equitazione. Il bed and breakfast mette a disposizione degli ospiti un servizio di noleggio biciclette per l'esplorazione del territorio.

L' AGRITURISMO TURISMO RURALE è l'ideale per chi desidera combinare attrazioni dorgalesi e buon cibo . Il ristorante della struttura serve al mattino un'ottima colazione a base di dolci caserecci e durante i pranzi e le cene offre agli ospiti prodotti caseari e carni di propria produzione.

A Dorgali non mancano di certo altri ristoranti e agriturismi in cui gustare l'autentica cucina sarda .Il Rifugio Gorropu si trova a Dorgali in Località Ortunuli, a poca distanza dal Canyon Su Gorropu . In una location suggestiva, immersa nel verde della vegetazione montana, è possibile assaggiare svariate specialità isolane come i culurgiones ogliastrini , il porchetto arrosto e le sebadas .

Nella frazione dorgolese di Cala Gonone , in Località Pranos, si trova l' Agriturismo Nuraghe Mannu , posto a pochissima distanza dall'omonimo sito archeologico. In questo ristorante con una policy particolare (gli ospiti pranzano e cenano tutti insieme) si gustano piatti tipici del territorio accompagnati da dell' ottimo vino Cannonau .

Nell' HOTEL IL QUERCETO è presente un ristorante che serve piatti tipici della cucina sarda, talvolta rivisitati - a seconda delle esigenze - in chiave vegetariana.

Escursioni e tradizioni a Dorgali - Le attrazioni da non perdere

Nuraghe Mannu di Dorgali Il territorio di Dorgali è ricchissimo di luoghi da visitare. Ci sono opzioni per tutti i gusti. Gli amanti dell' archeologia della Sardegna troveranno a Dorgali pane per i loro denti. Fanno infatti parte del comune ben tre siti di origine protosarda: il Nuraghe Mannu , il villaggio nuragico di Tiscali e il santuario nuragico di Serra Òrrios .

Tiscali è un luogo suggestivo, un'autentica sorpresa: costruito all'interno del Monte Tiscali risulta invisibile fino al raggiungimento della conca. Da un finestrone al centro della dolina è possibile osservare la sottostante valle di Lanaittu , appartenente al territorio del vicino paese di Oliena . A completare il panorama archeologico del comune dorgalese ci sono anche alcuni dolmen , delle tombe dei giganti (tra cui quella di S'Ena e Thomes , in ottimo stato di conservazione) e diversi menhir .

La natura è un'altra protagonista assoluta di Dorgali. Il Parco Nazionale del Golfo di Orosei e del Gennargentu comprende una vasta area naturalistica che raggruppa territori dalle caratteristiche molto diverse. Il Supramonte è un complesso montuoso che caratterizza gran parte del centro Sardegna: questo sistema carsico - che abbraccia anche l'area di Dorgali - comprende attrazioni naturalistiche di notevole pregio dalla sorgente di Su Gologone di Oliena che alimenta il fiume Cedrino attraverso un piccolo torrente, alle spettacolari Grotte del Fico e del Bue Marino nella frazione dorgalese di Cala Gonone. Il Massiccio del Gennargentu , altra area montuosa della zona, raggruppa le vette più elevate dell'isola e ospita una fauna e una flora endemica che costituiscono un importante patrimonio da proteggere.

Frazione di Cala Gonone - Dorgali Il comune di Dorgali rappresenta una meta perfetta anche per le classiche vacanze estive all'insegna di sole, mare e relax. La frazione di Cala Gonone , infatti, ospita alcune delle spiagge più belle dell'intera isola. Assolutamente imperdibili le escursioni nelle Cale di Baunei : in gommone o con i barconi turistici delle compagnie locali è possibile raggiungere Cala Mariolu , Cala Luna e Cala dei Gabbiani , spiagge incastonate tra le rocce e caratterizzate da suggestivi ciottoli e acque limpide di un intenso turchese. Dedicato ai più piccoli è l' Acquario di Cala Gonone , che ospita diverse specie di pesci del Mediterraneo e dei mari tropicali.

Gli abitanti di Dorgali sono stati capaci di conservare a lungo e con cura le proprie tradizioni e la propria anima artigianale. Dorgali è una delle patrie del vino Cannonau : la Cantina sociale del paese produce vari vini, tra cui il classico Cannonau rosso DOC, il Filieri e il Noriolo.

Dorgali apre le sue cortes - insieme ad altri paesi della Barbagia come Oliena, Mamoiada e Bitti - in occasione della manifestazione Autunno in Barbagia . Il fine dell'evento è promuovere la cultura, l'enogastronomia e la storia della Sardegna centrale. Attraversando le viuzze del piccolo centro storico dorgalese è possibile ammirare i laboratori artigiani degli artisti locali, impegnati nelle creazioni di gioielli in filigrana, pregiati tappeti sardi e oggetti d'arredo in ceramica.

Fonti delle immagini: