Vini Sardi - Cantine, vitigni e dove comprarli in Sardegna

  • Vino Cannonau

In Sardegna ci sono più di 150 vitigni autoctoni . È da non crederci: eppure la differenza la fanno i territori, così vari per microclima, altitudine e tipo di suolo. L'isola vanta, d'altronde, una tradizione vitivinicola millenaria . Da recenti scoperte, infatti, è emerso che persino la popolazione nuragica coltivava la vite (ancora la principale coltura arborea nell'isola) e produceva vino

Vini sardi Rossi

Cannonau

Si tratta del vitigno più diffuso nell'isola, nonché simbolo assoluto della sua tradizione vitivinicola. Dalle sue bacche nere si ottiene l'omonimo vino, il Cannonau DOC di Sardegna , rosso o rosato e dall'invecchiamento obbligatorio di almeno un anno. Di questo vino ci sono tre sottodenominazioni a seconda del territorio di provenienza dell'uva: Cannonau di Sardegna Capo Ferrato (provincia di Cagliari), Cannonau di Sardegna Jerzu (Ogliastra) e Cannonau di Sardegna Nepente di Oliena (provincia di Nuoro). 

Monica

Sembra che la varietà Monica sia arrivato in Sardegna grazie ai monaci Camaldolesi intorno all'anno Mille. Secondo un'altra teoria, invece, la sua provenienza sarebbe legata alla dominazione spagnola. Ad ogni modo si tratta di uno dei vitigni più diffusi sull'isola. Il vino prodotto con le sue bacche scure ha la denominazione DOC . Il colore del vino è rosso rubino con riflessi violacei. Ideale da servire con un tagliere di salumi e formaggi alla sarda.

Carignano

Il Carignano del Sulcis è una famiglia di vini rossi della zona del Sulcis con denominazione DOC . Si tratta di uno dei vini rossi più prestigiosi della Sardegna. Famosissimo è il Terre Brune della Cantina Santadi, che ogni anno riesce ad ottenere i tre bicchieri di Gambero Rosso. La denominazione di origine controllata "Carignano del Sulcis" è riservata ai vini rosso, rosso riserva, rosso superiore, rosato, novello e passito, che rispondono alle condizioni e ai requisiti del disciplinare di  produzione.

Altri vini rossi

  • Cagnulari 
  • Mandrolisai
  • Bovale
  • Girò di Cagliari

Vini bianchi sardi 

Vermentino

Vigneti vermentino Le origini del vermentino sono incerte. Dal vitigno vermentino si producono numerosi vini, come il Vermentino di Sardegna (con denominazione DOC), il Vermentino di Gallura (con denominazione DOCG), l'Alghero (vino DOC che può essere prodotto in tutta la privincia di Sassari). Perfetto da abbinare ai pasti a base di pesce, il vermentino ha un colore che varia dal bianco carta al giallo paglierino tenue e un sapore secco e amabile.

Moscato

La varietà di vite presente in Sardegna è il moscato bianco . Da quest'uva si produce il Moscato di Sardegna DOC, dal colore giallo brillante e il sapore dolce e fruttato. Si tratta di una DOC regionale che copre l'intera isola. Si producono in particolare vini spumante. 

Nuragus

Il Nuragus di Cagliari è un vino a denominazione DOC prodotto nella Sardegna meridionale. Secondo il disciplinare, il Nuragus può essere etichettato come Nuragus di Cagliari DOC, a condizione che l'uvaggio Nuragus rappresenti almeno l'85% della miscela con altri vitigni autoctoni autorizzati a costituire la parte restante del vino. Il vitigno è probabilmente di origine fenicia. 

Altri vini bianchi

  • Malvasia
  • Sardegna Semidano
  • Vernaccia di Oristano

I migliori vini della Sardegna - Quali sono i più pregiati?

Impossibile non menzionare il Cannonau , vero e proprio simbolo dei vini sardi e vino rosso per eccellenza, adatto ad accompagnare piatti "forti" come le carni rosse e i formaggi stagionati. Tra i vini prodotti con le uve cannonau spiccano per pregio il Cannonau di Sardegna Riserva Doc Giusepe Sedilesu e il Cannonau di Sardegna Riserva DOC "Perdas longa" Francesco Cadinu.

Ma in Sardegna non c'è solo il Cannonau. Il Carignano 6Mura e in particolare il Carignano del Sulcis Superiore "Terre Brune" sono vini rossi ottimi e dalla fama meritata. Tra i bianchi pregiati non possiamo non citare l'Isola dei Nuraghi Bianco "Stellato Nature" di Pala, il Vermentino di Sardegna DOC 6Mura Più della Cantina Giba e la Malvasia di Bosa Alvàrega Columbu. 

Vini sardi - Dove comprarli

Screenshot Vini Sardi Google Maps

Cantine/direttamente dal produttore

Il modo migliore per comprare i vini sardi è sicuramente fare una visita alle cantine e ai principali produttori . Spesso nelle cantine l'olfatto e il gusto degli ospiti vengono stimolati in un percorso tra i sapori dei vini e la loro lavorazione. I visitatori vengono accompagnati a vedere le vigne, i macchinari di produzione e le botti in legno in cui i vini si arricchiscono dei sapori della natura. In questo modo, acquistare il vino diventa un' esperienza sensoriale in tutti i sensi, oltre che un affare. 

Cooperative

Altra opzione valida per l'acquisto dei vini sardi è quella di comprare direttamente dalla cooperative. Le cooperative vinicole sono nate in funzione della promozione dei vini sardi in Italia e all'estero. Spesso le cooperative radunano una o più cantine e si occupano della vendita e della promozione di un particolare vino in una data zona della Sardegna. Per vedere dove acquistare i vini sardi, può essere utile utilizzare google maps, immettendo nel motore di ricerca proprio la parola chiave "vino".

Supermercati

Nei supermarcati (specie in quelli medio-grandi e nelle catene internazionali come il Carrefour o l'Auchan) è possibile trovare una grande varietà di vini sardi, dal meno al più pregiato, dal meno caro al più caro. Nel reparto di vini dei grandi market la produzione locale è disponibile in tutte le sue forme "commerciali" e popolari: vini rossi e bianchi, Cannonau, Vermentino, Carignano.

Vendita online

Ovviamente i vini sardi sono anche acquistabili online. Svariate enoteche online vendono i vini di Sardegna (anche i più pregiati), talvolta con un prezzo anche scontato. Numerose cantine, oltretutto, hanno un proprio e-commerce attraverso il quale è possibile compare online direttamente dal produttore. È sufficiente pagare solo le spese di spedizione.

 

 

 

Fonti delle immagini: