Trenino Verde - Un viaggio nella Sardegna più remota

  • Trenino sulla Macomer - Bosa

Il Trenino Verde della Sardegna è un servizio turistico di trasporto su ferrovia a scartamento ridotto dell’azienda di trasporti regionali ARST . Il Trenino percorre soprattutto l’entroterra dell’isola, regalando alla vista scenari naturalistici che per la loro bellezza furono citati dal poeta David H. Lawrence nel racconto delle sue esperienze di viaggio in Sardegna.

Il Trenino Verde - Linee ed orari

Le linee turistiche aperte al traffico del Trenino Verde sono complessivamente quattro. Nel 2016 sono stati sospese alcune tratte per lavori di messa in sicurezza. La riapertura delle tratte chiuse è prevista dall'ARST per la primavera del 2017.

La Mandas - Arbatax , lunga 159 km, è la linea turistica più lunga d’Italia, attraversa i boschi del Gennargentu passando per il Lago Flumendosa e raggiunge infine i panorami dell' Ogliastra fino ad Arbatax . Nel 2016 la linea è stata temporaneamente chiusa. Ad agosto del 2016 è stata riaperta la tratta da Mandas a Seui , nel mentre la parte finale verso Arbatax dovrebbe riaprire nel 2017.

La linea Isili (Mandas) - Sorgono , passa per il versante ovest del Gennargentu, con vere e proprie serpentine e arrampicamenti tra macchia mediterranea, altipiani e vallate.

La Macomer - Bosa percorre l’ altopiano di Campeda per proseguire verso ovest in provincia di Oristano , fino alla foce del fiume Temo.

Infine la linea Sassari - Tempio - Palau percorre la Gallura fino allo spettacolare scorcio sulla Costa Smeralda .

Le linee normalmente sono attive a partire da metà Aprile a Novembre secondo un calendario programmato di stagione in stagione ma è anche possibile noleggiare il treno in qualunque periodo dell’anno e scegliere gli orari, l’itinerario e le fermate lungo il percorso.

Biglietti ed Offerte Trenino Verde

Di seguito le tariffe in essere nel 2015/16 per le principali tratte, mentre si attendono aggiornamenti sulle linee e i costi di viaggio per il 2017.

  • Mandas - Arbatax A/R: €28,00
  • Isili (Mandas) - Sorgono A/R: €21,50
  • Macomer - Bosa A/R: €16,50
  • Sassari - Nulvi - Palau A/R: €26,00

E' disponibile un’opzione last minute che permette di acquistare i biglietti all’ultimo minuto a costi molto agevolati. I bambini sotto i 4 anni che non occupano un posto a sedere possono viaggiare gratis, mentre per i ragazzi fino a 12 anni è prevista una riduzione del 50% sul costo del biglietto.

Se portate con voi un piccolo animale domestico , può viaggiare gratuitamente nell’apposito trasportino. In caso di animali di grossa taglia è necessario il pagamento della tariffa aggiuntiva di € 3,50.

Consigli utili per il viaggio sul Trenino Verde

Stazione di Arbatax Il Trenino Verde è di certo un modo inusuale di scoprire la Sardegna e, insieme, uno dei più attraenti. Si muove a velocità moderata per le vie ferrate dell’interno, scoprendo gli affascinanti luoghi di questa terra misteriosa e antica. Se siete amanti della natura, approfitterete dell’occasione di riempirvi gli occhi con il verde della fitta vegetazione e dei boschi secolari , di osservare le montagne di granito , sentire il fiume tra le pieghe delle rocce, gettare lo sguardo al di là del profilo di un lago e lasciarvi trasportare placidamente tra le valli e le colline fino al mare .

Locomotiva a vapore E’ possibile acquistare il biglietto sul treno , salvo indisponibilità di posti, ma per assicurarvi un posto sulle carrozze d’epoca del Trenino della Sardegna, è consigliabile prenotare con anticipo contattando gli uffici ARST, direttamente nelle stazioni di partenza o nelle agenzie convenzionate. I posti sui treni non sono numerati, tuttavia l’organizzazione cerca di tenere uniti i gruppi di persone che viaggiano insieme. È consigliabile la massima puntualità per le partenze, specie per i treni di rientro. Si può viaggiare sul treno trainato dalla locomotiva a vapore in caso di noleggio o di viaggi speciali, che possono essere programmati da ottobre a maggio.

Se avete intenzione di portare con voi una bicicletta , è necessario avvisare l’ufficio turistico che vi informerà sulla possibilità di farlo, dal momento che non sono previsti degli spazi appositi per il trasporto delle bici. Altri tipi di bagaglio possono essere portati a bordo del treno, purché non superino le dimensioni 70x30x50.

Fonti delle immagini: