Gite in barca in Sardegna 2017 - La costa vista dal mare

  • Spiaggia di Tuerredda, Teulada

Se avete in programma un’ escursione in barca in Sardegna , in estate troverete una varietà di opzioni. Infatti, la costa è ricca di luoghi assolutamente da visitare con il mare come punto di osservazione, con calette, grotte naturali e insenature che si aprono tra le rocce.

Escursioni in barca nella Sardegna del nord

Escala del Cabirol Nella Sardegna del nord si può scegliere tra una gita alle Grotte di Nettuno , a soli 20 minuti di navigazione dal porto di Alghero. Le Grotte di Nettuno sono delle formazioni carsiche sulla costa nord occidentale, nei pressi di Capo Caccia e si trovano in una posizione particolare che ne consente l’accesso solo in condizioni di mare calmo. Un’alternativa più impegnativa è raggiungerle via terra passando per una scalinata di 656 gradini, la Escala del Cabirol o Scala del Capriolo, affrontando poi la lunga risalita al ritorno.

Se passate per il nord dell’isola, potete andare a visitare anche l’ Arcipelago della Maddalena , sbarcare sull’omonima isola principale e avventurarvi per le altre isolette che la circondano, ad esempio Spargi , Santo Stefano e Budelli , con la famosa spiaggia di colore rosa.

Discendendo la cosa verso sud-est incontrate il Golfo di Orosei , dove potete visitare le stupende cale della sua costa selvaggia, come Cala Goloritzè, Cala Mariolu, Cala Biriola, Cala Sisine e Cala Luna. Le partenze si effettuano dai porticcioli turistici di Cala Gonone oppure da Santa Maria Navarrese e da Arbatax , e si può scegliere tra l’escursione in barca, la minicrociera e il noleggio autonomo di un gommone.

Escursioni in barca nella Sardegna del sud

Nel sud Sardegna , vale la pena fare una gita nel mare cristallino di Villasimius e scoprire l’ Area Marina Protetta di Capo Carbonara . Potete visitare l’ Isola dei Cavoli , con le sua calette attorniate da rocce granitiche e il faro ottocentesco, abitato dai guardiani fino agli anni 20 del millenovecento.

Da qui si può proseguire la gita verso la cala di cava Usai , un’antica cava di granito, e verso la secca dei pesci tropicali , dove alcune specie hanno trovato il loro habitat.

Punta Molentis In ultimo potete visitare Punta Molentis , una delle spiagge più belle della zona, circondata da rocce alte 15 metri.

Con un’altra escursione potete navigare lungo la costa di Pula e vedere all’estremo sud Capo Teulada e la parere a strapiombo sul mare alta ben 220 metri, oppure risalire verso nord est, passando Capo Spartivento e la splendida spiaggia di Chia .

Consigli per la gita in barca

Secondo il tipo di gita in barca che preferite potete consultare gli organizzatori nelle varie zone e scegliere la soluzione più idonea. Ad esempio, se volete imbarcarvi senza pensieri, potete scegliere una motonave in cui sia previsto anche il pranzo a bordo , in modo da non dovervi caricare di bagagli aggiuntivi. Se invece volete godervi al massimo la spiaggia, potete portarvi un pranzo al sacco e consumarlo direttamente con i piedi sulla riva del mare.

Allo stesso modo, valutate tra la possibilità di fare l’escursione con una motonave , una barca da pochi partecipanti e un gommone con o senza guida. In linea di massima la scelta può ricadere su una tipologia di imbarcazione piuttosto che su un’altra in base al tipo di percorso che fanno, se più incentrato sui luoghi turistici famosi oppure con delle deviazioni in piccole zone meno frequentate.

Se la gita dura tutto il giorno, potrebbe essere utile avere con se un telo da mare asciutto o una felpa, per difendersi dal vento fresco dell’imbrunire, dopo la giornata di caldo intenso. Utilizzate assolutamente una crema solare durante il viaggio in barca, potreste scottarvi senza accorgervene, e premuratevi di portare con voi qualcosa per il primo soccorso in caso di punture di insetti o di meduse, specie per i bambini.

Fonti: 
Fonti delle immagini: