Guida Villasimius - Borgo turistico affacciato su un mare da sogno

  • Villasimius

Villasimius è un comune costiero della provincia di Cagliari , situato nell'estrema punta sud-orientale dell'ampio Golfo degli Angeli . Dopo essere stato per lungo tempo un'oasi appartata dal traffico e dai commerci per via degli insufficienti collegamenti stradali, da qualche decennio ha scoperto una grande vocazione turistica.

I collegamenti per Villasimius

Aeroporto L' aeroporto internazionale di Cagliari si trova ad una distanza di 65 Km e si raggiunge in circa un'ora di macchina. Le compagnie internazionali garantiscono i collegamenti diretti con le capitali europee, mentre le maggiori compagnie italiane effettuano voli su Cagliari da tutta Italia.

Traghetti Cagliari Chi vuole arrivare in traghetto a Villasimius può servirsi dei porti turistico-commerciali di Cagliari distante 65 Km, collegato con Civitavecchia , Palermo e Napoli tramite la compagnia Tirrenia ; oppure del porto di Arbatax , a 108 km, collegato a Genova e Civitavecchia sempre dalla Tirrenia. Da qualche anno Cagliari è diventata anche uno scalo per le crociere.

Auto Villasimius è raggiungibile in auto da Cagliari percorrendo un tratto della SS554 e poi la SS125var , oppure percorrendo la costiera SP17 , che offre uno splendido panorama sul mare, per un’ora circa di tragitto. Da Arbatax è necessario percorrere la SS125var verso sud, per circa un’ora e mezzo di tragitto.

Autobus La flotta di autobus pubblici dell'agenzia regionale Arst collega Villasimius a tutte le località della costa orientale comprese tra l’ Ogliastra , Costa Rei e Cagliari. Dal capoluogo si possono poi raggiungere le altre città principali della Sardegna.

Alloggi e ristoranti a Villasimius

Se intendete trascorrere le vostre vacanze a Villasimius , potete prendere in considerazione le nostre proposte sugli alloggi e i ristoranti della zona.

Villaggi e Resort: Villasimius dispone di una vasta scelta di strutture alberghiere di alta qualità, attrezzate con campi sportivi e aree ricreative. Il Pullman Timi Ama Sardegna , in Località Notteri , vanta una spiaggia privata e una spa con tutti i servizi. Il Cruccuris Resort , a soli 800 m dalla spiaggia di Campus , dispone di stanze luminose e della vista sul mare.

Hotel: di fronte a Capo Carbonara , l' Hotel Simius Playa ha una piscina all'aperto e un ristorante con cucina di pesce fresco, pescato direttamente con il peschereccio privato. L' Hotel Club Le Zagare si compone di due edifici circondati da alberi di agrumi, organizza attività sportive e ricreative e fornisce il servizio navetta per la spiaggia e per il centro del paese.

Bed & breakfast: intimi, comodi e poco dispendiosi essi offrono una grande varietà di proposte e sono un ottimo modo per sperimentare la proverbiale ospitalità sarda. Citiamo ad esempio I Graniti Sardi , l'ideale per chi cerca relax e familiarità; oppure il Ca’ Mea , dove potete fare colazione nella grande terrazza panoramica.

Campeggi: Il Villaggio Camping Spiaggia del Riso, sulla omonima spiaggia, dispone di piazzole, bungalow con accesso diretto al mare e di un ristorante con cucina tipica al suo interno. Inoltre è dotato di altri servizi come il market e la rivendita di tabacchi e giornali.

Ristoranti Al Grill Su Sergenti , in viale Matteotti, potete regalarvi una serata raffinata in una location a bordo piscina, tra ricette non convenzionali e ottimi vini. In Località Su Cordolinu il ristorante Le Anfore vi delizierà con la sua atmosfera piacevole e squisite portate di pesce.

Se cercate un locale dove sostare dopo la spiaggia, Baccusardus sulla Via del Mare è il luogo perfetto per voi. Qui potete gustare un aperitivo con taglieri di prodotti sardi e vini eccezionali, seduti sotto la pergola o accomodati sui cuscini sopra il prato.

Spiagge ed escursioni a Villasimius

Faro sull'Isola dei Cavoli La posizione altamente strategica, come punto di osservazione costiero sui traffici del Mediterraneo, ha fatto sì che nei secoli Fenici, Cartaginesi, Romani, Spagnoli e Saraceni lasciassero tracce del loro passaggio in Sardegna nei dintorni di questo piccolo comune costiero. A testimonianza di queste ripetute incursioni, reggenze e dominazioni che si sono via via succedute, si possono ancora oggi scoprire disseminate per il territorio un'innumerevole quantità di domus de Janas , nuraghi , rovine di templi fenicio-punici e romani, e torri spagnole . Ubicato al centro della cittadina, a tutela degli elementi più significativi è il Museo Archeologico composto dalla sala del Mare, sala del Territorio, sala del santuario Cuccureddus e sala del Relitto.

Capo Carbonara Villasimius è anche uno dei più interessanti centri balneari della Sardegna sud-orientale. Tra le spiagge più belle segnaliamo a partire da sud Porto Sa Ruxi , tre calette tra le rocce e la macchia mediterranea che le conferiscono un aspetto selvatico; la spiaggia di Campus con il lungo arenile di sabbia fine; Campulongu con l’acqua chiarissima e la Spiaggia del Riso , adiacente al porto, formata da minuscoli sassolini. Da vedere assolutamente anche Porto Giunco , detta Spiaggia dei due mari perché è formata da un lembo di sabbia tra il mare, perfettamente trasparente e dal fondale bassissimo, e lo Stagno di Notteri , dove sostano i fenicotteri rosa. A tutela di queste bellezze naturali è stata istituita l' Area Marina Protetta di Capo Carbonara , da Crabonaxa, l'antico nome dell'abitato.

Torre di Porto Giunco vista da Portu Su Forru Sul versante est di Capo Carbonara è osservabile la Torre di Porto Giunco , raggiungibile anche dalla spiaggia omonima. Davanti all’ Isola dei Cavoli si apre la caletta di Portu su Forru , conosciuta anche come Cava Usai o Cava Manna , per la presenza di una cava di granito attiva fino alla metà del secolo scorso. La cava ha fornito la pietra per la costruzione, tra le altre cose, del porto di Napoli, del lastricato di Via Roma a Cagliari e numerosi edifici a Malta.

Durante il periodo estivo è possibile assistere ad alcune sagre e feste religiose. Tra queste, molto sentita è la festa della Madonna del Naufrago , in onore dei marinai vittime delle acque di Capo Carbonara. Dopo la processione del primo giorno, un gruppo di barche addobbate con i fiori naviga verso l’Isola dei Cavoli, dove dal 1979 è stata deposta sul fondo del mare la statua della Vergine a protezione dei naviganti. La statua in trachite rosa di Ozieri è alta 3 metri ed è stata scolpita dallo scultore sardo Pinuccio Sciola .

Fonti delle immagini: