Vacanze in Sardegna - Cosa fare quando piove

  • Museo Archeologico Nazionale di Sassari

Anche in Sardegna , l'isola per eccellenza del sole e del mare, ogni tanto piove. Cosa fare per non rovinarsi la vacanza in caso di maltempo ? Sull'isola ci sono tantissimi musei da visitare e tante altre attività da prendere in considerazione durante la pioggia .

Cosa fare... se piove in Nord Sardegna

La soluzione migliore quando la pioggia incombe sulle proprie vacanze in Sardegna è andare alla scoperta della civiltà nuragica e delle tradizioni sarde nei vari musei dell'isola. Se ci si trova nei pressi del Nuraghe Santu Antine e della Valle dei nuraghi a Torralba sarebbe meglio esplorare il sito archeologico nelle belle giornate di sole ma non troppo afose (magari durante le vacanze in Sardegna ad ottobre o novembre ) e visitare il Museo archeologico ed etnografico del paese in caso di pioggia . La sezione archeologica del Museo di Torralba si concentra sui reperti del sito di Santu Antine e della Valle, proponendo anche attraverso supporti visivi, una ricostruzione di come doveva apparire il luogo dall'età del Bronzo a quella del Ferro.

Ad Olbia è possibile visitare un altro museo archeologico molto importante. La struttura si trova nell'Isola di Peddona di fronte al Porto vecchio e presenta una forma che richiama una nave ormeggiata. All'interno è possibile ammirare reperti e ricostruzioni della preistoria e della storia del territorio di Olbia e dintorni.

A Sassari ci sono alcuni musei. Tra i più famosi e ideali da visitare in caso di pioggia ci sono il Museo Archeologico Nazionale e il Museo storico della Brigata Sassari.

Grotte di Nettuno di Alghero Chi non ama i musei e preferisce altre attività troverà comunque pane per i suoi denti. Ad Alghero è possibile visitare il Mare Nostrum Aquarium , un aquario che ospita i pesci caratteristici del mar Mediterraneo. Anche le Grotte di Nettuno sono accessibili durante le piogge.

Gli appassionati di vini e gli amanti della raffinatezza e della movida della Costa Smeralda possono invece far affidamento sulla Cantina Surrau , godendosi un aperitivo a base di formaggi e salumi locali con un ottimo vino delle vigne di Surrau ad Arzachena .

Cosa fare... se piove nel centro e nel sud Sardegna

Se si è sorpresi dalla pioggia durante le proprie vacanze al centro o nel sud della Sardegna si hanno a disposizione ancor più attività alternative.

Se ci si trova a Cala Gonone in attesa di un'escursione nelle Cale di Baunei è possibile fare una visita, in attesa di una giornata di sole, all' Acquario . In alternativa è possibile, in caso di piogge lievi, partire in battello dal porto e raggiungere la Grotta del Bue Marino per una visita guidata.

Nuoro vanta due musei importanti: uno dedicato alla scrittrice sarda premio Nobel Grazia Deledda , e uno riservato alle tradizioni popolari dell'isola.

Se ci si trova in Barbagia si potrà andare alla scoperta del Carnevale Sardo, visitando il Museo delle Maschere Mediterranee di Mamoiada e il Museo la Stazione dell'arte di Ulassai, che ospita le bellissime opere di filo dell'artista sarda Maria Lai.

Bronzetti sardi al Museo Archeologico di Cagliari Cagliari è una città ricchissima di musei. Assolutamente da non perdere il Museo Archeologico , la Pinacoteca Nazionale e la Galleria comunale d'arte .

Chi ama il divertimento più dark e i rompicapo troverà le Escape Room Exitus di Sanluri e la Lost Room di Cagliari perfette per passare una giornata di pioggia al chiuso.

Gli estimatori dei vini sardi potranno fare una visita con aperitivo alle Cantine Argiolas di Serdiana .

Cosa fare con i bambini se piove in Sardegna

Acquario di Cala Gonone - Vasche I bambini amano molto gli animali e, in caso di pioggia, potrebbe risultare un'attività piacevole la visita dei vari acquari dell'isola , come quelli di Alghero e Cala Gonone .

Ideale per i bambini sono i musei di Sa Corona Arrubia , presenti in 20 comuni del territorio della Marmilla. Ogni museo propone esposizioni e attività differenti , che spaziano dalla ricostruzione degli ecosistemi con i diorami a una collazione di giocattoli tradizionali fino all'area botanica , ravvivata da una xiloteca, un erbario e altri efficaci sussidi didattici ideali per stimolare la curiosità dei più piccoli.

Fonti delle immagini: