Porto di Napoli – I moli e la rotta per la Sardegna

  • Veduta del porto di Napoli

Il porto di Napoli è uno degli scali marittimi maggiori del sud Italia, attivo negli scambi commerciali e nel traffico di passeggeri. Si trova proprio in prossimità del centro ed è facile raggiungere la sua Stazione Marittima e le banchine di imbarco.

Partenze per la Sardegna dal porto di Napoli

Dal porto di Napoli partono i traghetti che collegano Napoli alle Isole Pontine, alle isole dell’arcipelago campano e alle isole maggiori italiane, Sardegna e Sicilia.

Il collegamento diretto per la Sardegna è effettuato dalla compagnia Tirrenia con la rotta Napoli – Cagliari , attiva tutto l’anno, due volte la settimana. La traversata ha una durata di circa 13 ore e 30 minuti, con partenza alle ore 19.00 da Napoli e arrivo a Cagliari il giorno successivo.

La nave della flotta Tirrenia sulla linea Napoli – Cagliari è la Dimonios, adibita al trasporto merci e passeggeri. La nave è completa di sistemazioni in poltrona e cabina e dei servizi a bordo, come il bar, il self service, l’area gioco per bambini e i servizi per disabili.

Terminal traghetti del porto di Napoli

L’area del porto di Napoli ha un’estensione di 200.000 metri quadrati e un traffico annuo di 6.000.000 di passeggeri . Collocato in posizione strategica al centro del Mediterraneo, lo scalo è uno dei più importanti d’Europa, con la fiorente attività cantieristica e imprenditoriale. Esso presenta una suddivisione funzionale tra aree dedicate al cabotaggio, ai cantieri, l’area commerciale per il traffico merci e i terminal container per lo stoccaggio.

La parte dedicata espressamente agli imbarchi passeggeri è molto attiva con le rotte e i collegamenti in traghetto per le varie destinazioni in Campania, Sicilia e Sardegna. Tra i 14 moli presenti nella struttura, uno dei principali è il Molo Angioino , da cui partono le navi da crociera e su cui sorge la Stazione Marittima. L’altro maggiore molo di imbarco è l’adiacente Molo Beverello , da cui partono i traghetti per la Sardegna e per le isole del Golfo di Napoli.

La grande Stazione Marittima di Napoli ha una superficie di 12 km quadrati ed è organizzata con sale d’attesa, biglietterie, bar e negozi, sale congressuali per eventi. Da qui si possono raggiungere a piedi alcuni punti di interesse turistico della città, ad esempio il Castello Maschio Angioino, Piazza del Plebiscito e le vie dello shopping.

Come arrivare al porto di Napoli

Maschio Angioino Il porto di Napoli è situato di fronte al centro cittadino, a pochi passi dalla centrale Piazza del Municipio e ad 1 km da Piazza del Plebiscito.

Per chi arriva in treno , la Stazione di Napoli Centrale è la più vicina al Molo Beverello e agli imbarchi dei traghetti. Da Piazza Garibaldi, antistante alla stazione, si può prendere la linea 1 del tram o il bus linea 152 in direzione Stazione Marittima. Se vi dovete imbarcare per le isole del Golfo potete arrivare direttamente alla Stazione Mergellina e raggiungere il molo da via Sannazaro a 7 minuti a piedi dalla stazione. Dalla Stazione Centrale a Mergellina si può arrivare con la metropolitana.

Per arrivare in auto da nord, prendere l’autostrada A1 , uscire per Napoli e andare sempre dritti. Alla prima indicazione Porto Imbarco traghetti mantenere la destra su Interno Porto e proseguire fino a destinazione. Da sud si può prendere l’autostrada A3 e uscire per Centro Porto, da qui continuare su Interno Porto fino all’arrivo.

L’ aeroporto internazionale di Capodichino si trova a circa 7 km dal centro città ed è collegato tramite l’autostrada A1 e da due linee di autobus, la linea 3S fino a Piazza Garibaldi ogni 30 minuti e la più comoda Alibus , che ferma alla Stazione Centrale e poi prosegue per il porto, ogni 20 minuti. In alternativa è possibile usufruire del servizio taxi.

Fonti delle immagini: