Guida Quartu Sant’Elena 2016 - Come arrivare e cosa vedere

  • Quartu e le Saline di Molentargius

Quartu Sant’Elena è il terzo comune più popoloso della Sardegna e si trova nel sud dell’isola a pochi chilometri dal capoluogo Cagliari e da bellissime spiagge e calette.

Voli, traghetti e mezzi pubblici per arrivare a Quartu Sant'Elena

Voli Cagliari Quartu Sant’Elena si trova a 15 km di distanza dall’ aeroporto di Cagliari Elmas , dove le maggiori compagnie aeree italiane ed europee effettuano i voli dai principali aeroporti. Le rotte dall’Italia sono da Milano , Roma , Napoli, Bologna e tra le rotte estere ci sono quelle da Barcellona, Parigi e Londra.
Traghetti Cagliari Chi arriva in traghetto può sbarcare al porto di Cagliari , con le rotte della Tirrenia da Civitavecchia , Napoli e Palermo .
Autobus La società ARST di trasporti regionali collega Quartu Sant’Elena in autobus con alcune delle più belle località turistiche. Con la linea 101 si arriva a Costa Rei e Villasimius , con la linea 103 in Ogliastra e con la linea 116 al Poetto di Cagliari .
Auto Per arrivare a Quartu in auto dall’aeroporto si percorre la SS554 per circa 19 chilometri, mentre dal centro di Cagliari si può imboccare Viale Marconi e percorrere circa 7 km fino all’arrivo. Da Sassari si arriva tramite la SS131 e dall’Ogliastra tramite la SS125var.

Quartu Sant'Elena - Case vacanze, hotel, campeggi e ristoranti

Case vacanze: A poca distanza dal centro cittadino si trova la località Flumini di Quartu , dove si trovano numerose soluzioni per le case vacanze. La Residenza Bea è ideale per 4 persone ed è dotata di angolo cottura, zona pranzo e terrazza condivisa per le cene all’aperto. La Residenza Sophié è una casa di campagna con 1 camera, salotto, angolo cottura e la terrazza arredata e con il barbecue. Si accettano animali domestici.
Hotel: Il Best Western Hotel Residence Italia è un hotel 3 stelle in Via Panzini, a 5 minuti di auto dalla spiaggia del Poetto. Le sistemazioni hanno il bagno privato e tutti i comfort, alcune con angolo cottura o balcone vista mare. Si accettano animali, vi è il parcheggio gratuito e la struttura è ben collegata anche con i mezzi pubblici. In Piazza Azuni c’è l’ Hotel Centrale , un piccolo albergo in centro storico, vicino alle attività commerciali e ben collegato dagli autobus. La struttura è dotata di bar e ristorante-pizzeria con specialità come i culurgiones e il maialino arrosto.
Campeggi: In località Capitana c’è il Camping Pini e Mare , un campeggio con piazzole per tende e camper e dotato anche di comodi bungalow bilocale con cucina attrezzata. Tra i servizi all’interno vi sono il bar, il market, il tabacchi, il parco giochi per bambini, i campi da calcetto ed è possibile usufruire dell’attrezzatura per il barbecue. ;
Ristorante Uno dei ristoranti più amati di Quartu Sant’Elena è l’ Arkè in Via Colombo 9, un ambiente caldo e tranquillo unito ad una cucina fantasiosa e di qualità. Da provare le tagliatelle di pasta fresca al ragù di cernia e le seàdas della casa. Sa Ide e S'Ollia si trova invece in Via Cagliari 169, offre menù completi a prezzo fisso con una carrellata di portate eccellenti, tra cui antipasti misti, due primi e due secondi, con perfetti accostamenti tra cucina tradizionale e innovativa.

Spiagge, attività ed escursioni Quartu Sant'Elena

Monti dei Sette Fratelli Il territorio di Quartu Sant’Elena è compreso tra le pianure del Campidano e i monti dei Sette Fratelli e si affaccia sul litorale del Poetto . L’abitato nella sua parte più antica è costituito dalle tipiche case fatte con i ladiri , mattoni in terra cruda essiccati al sole. Alcune di queste abitazioni si possono visitare durante Monumenti Aperti , una manifestazione per la tutela e la valorizzazione dei beni culturali che si svolge durante la primavera. Da vedere anche la Basilica di Sant’Elena Imperatrice e la Casa Museo Sa Dom’e Farra, dove sono esposti gli attrezzi e strumenti della tradizione agricola antica.

Fenicotteri nello stagno di Molentargius Il tratto di Poetto di pertinenza di Quartu è facilmente raggiungibile dal centro città, qui si trovano servizi, ristoranti, stabilimenti e tratti di spiaggia libera. Superato il Poetto si possono incontrare alcune calette dal mare cristallino, come Cala Regina , Is Mortorius e Mari Pintau . Tra Quartu e Cagliari c’è il Parco Naturale di Molentargius , dove si trovava il più importante bacino di estrazione del sale in Sardegna. Il parco comprende un’ampia zona lagunare, con gli stagni di acqua dolce e salata in cui vivono diverse specie di uccelli, tra cui il fenicottero rosa , simbolo delle zone umide del Cagliaritano.

Torre di Cala Regina Lungo il perimetro costiero si possono osservare alcune torri che facevano parte del sistema difensivo spagnolo, costruite tra il XV e il XVI secolo, tra cui la Torre di Sant’Andrea, la Torre di Foxi e la Torre di Cala Regina . Conservate nel territorio vi sono alcune chiese campestri, Nostra Signora di Buoncammino e San Forzorio, e poi il rudere di una Villa Romana nel litorale di Sant’Andrea che aveva un approdo per le imbarcazioni e un impianto termale. Vi sono inoltre molti siti nuragici , tra i quali il Nuraghe Diana è uno dei meglio conservati ed è raggiungibile facilmente dalla SP17 superata Marina di Capitana.

Fonti delle immagini: