Il Porcino sardo - Guida raccolta, piatti e sagre

  • Porcini sardi - I funghi della Sardegna

Il porcino sardo è un prelibato fungo carnoso, ideale per insaporire diversi piatti della tradizione culinaria della Sardegna .

Il porcino sardo e gli altri funghi del territorio

I boschi sardi ospitano circa tremila specie di funghi , la maggior parte però sono non commestibili o perfino tossici. Tra i commestibili e sicuramente tra i più gustosi si possono annoverare il porcino sardo , l' ovulo buono e il cardarello .

Il porcino sardo è il fungo ideale per condire la fregula sarda , un tipo di pasta di semola a forma di granuli. Il fungo si presenta con un cappello carnoso e un gambo robusto. La carne è bianca e dal sapore dolciastro .

Ovulo buono sardo - Amanita caesarea L'ovulo buono ( Amanita caesarea ) è un prezioso fungo che gli antichi Romani definivano Il Cibo degli Dei per la sua prelibatezza. Di colore arancione e simile ad un uovo è consumabile anche crudo , accompagnato da un contorno di insalata. E' importante saper distinguere questo fungo dalle altre Amanite, talvolta velenose.

Il Cardarello viene chiamato " cardolinu de petza " (fungo di carne, per la sua consistenza) nel Campidano, mentre in Gallura prende il nome di "galdula" e nel Logudoro di "antunna". La carne è soda e consistente , di colore bianco. Il cappello presenta una zona concava nel centro ed è di un colore che varia dal biancastro al brunastro.

Il periodo dei funghi in Sardegna

I sardi sentono la raccolta dei funghi come una vera e propria tradizione. Durante il periodo autunnale , nella stagione in cui le piogge sono più abbondanti, le campagne si popolano di funghi e molti appassionati si avventurano, con i tipici cestini sardi da raccolta, alla ricerca dei funghi più prelibati.

E' possibile raccogliere i porcini sardi già durante la fine del periodo estivo . Il porcino è una delle più precoci specie di fungo a spuntare, subito dopo le prime piogge.

Dove crescono i funghi in Sardegna

I luoghi ideali dove andare alla ricerca dei funghi in Sardegna e dei prelibati porcini sardi sono le foreste di conifere e di latifoglie.

Sughereto - Raccolta funghi In particolare i boschi di castagno, leccio, sughera e roverella costituiscono l' habitat del porcino .

I paesi ideali dai quali partire per cominciare la ricerca sono quelli della Sardegna centrale , come le località di montagna di Nuoro , Fonni , Aritzo , Oliena e Orgosolo . Gli esperti potranno fare sorprendenti scoperte anche in zone particolari, nei terreni sabbiosi costieri o fra i cespugli della macchia mediterranea .

Molti funghi presenti nel territorio sardo sono potenzialmente dannosi . Per questo motivo è importante fare riferimento alle autorità sanitarie locali per verificare la commestibilità dei funghi raccolti. Il sito dell' Ente Foreste sardo fornisce una guida sui funghi sardi , sugli ambienti in cui cercarli e su eventuali specie velenose.

Le sagre dei funghi in Sardegna - Gli eventi del porcino sardo

A Novembre nel paese di Arzana si svolge la manifestazione Il Porcino d'oro , interamente dedicata ai funghi sardi e al loro utilizzo. Durante l'evento, organizzato dalla Pro Loco di Arzana, è possibile assistere a gare culinarie , partecipare alla Fiera del Porcino e visitare una mostra dei funghi allestita dai micologi arzanesi.

A colorare queste giornate di festa ci pensano le sfilate delle Maschere sarde , dove i Mamuthones di Mamoiada , i Boes e i Merdules di Ottana e i Turphos di Orotelli danzano sulle note della musica tradizionale .

Altra località famosa per la sagra del porcino è Arbus . Durante l'evento è possibile assaporare i piatti a base di funghi preparati dagli alunni dell'Istituto Alberghiero Alessandro Volta e vedere le foto esposte alla mostra micologica I Funghi dell'Arburese .