Guida Barbagia - Le tradizioni dell’entroterra sardo

  • Lago basso Flumendosa

La Barbagia è la regione montuosa al centro della Sardegna ed è costituita dall’area del Massiccio del Gennargentu, antica formazione rocciosa da cui spicca la cima di Punta La Marmora , dall’Ogliastra, dal Supramonte e dal nuorese.

I collegamenti per la Barbagia

Voli Olbia L’aeroporto più vicino ai confini della Barbagia è quello di Olbia - Costa Smeralda , a circa un’ora di auto dalle località dell’entroterra, collegato con numerose destinazioni in Italia e in Europa. È possibile fare scalo anche all’ aeroporto di Alghero , a circa due ore da Nuoro.

Traghetti Olbia Se arrivate in traghetto potete sbarcare a Olbia , con i collegamenti da Genova e da Civitavecchia della Tirrenia e le rotte stagionali di Moby da Genova , Livorno , Piombino e Civitavecchia . Sono disponibili anche le tratte Genova-Porto Torres di GNV e Civitavecchia-Arbatax di Tirrenia.

Auto Per raggiungere la Barbagia con l’auto potete prendere da Olbia la SS131dcn , dall’ Ogliastra la SP27 e la SS389var , da Cagliari la SS131 e poi la SS131dcn, da Sassari e da Porto Torres la SS131 e la SS129 Trasversale Sarda.

Autobus I paesi della Barbagia sono raggiungibili con i pullman della autolinee regionali ARST dalle località principali della Sardegna. In occasione di eventi e sagre, come Autunno in Barbagia , è possibile approfittare dei pullman organizzati da privati che portano direttamente nei luoghi delle manifestazioni.

Alloggi e ristoranti in Barbagia

Villaggi e resort: Su Gologone Experience Hotel a Oliena è una struttura raffinata integrata nella campagna del Supramonte, offre camere e suite ed è presente un centro benessere, oltre al campo da tennis e alla piscina all’aperto.

Hotel: nella Barbagia di Belvì , ad Aritzo , c’è l’ Hotel Sa Muvara , dotato di piscina, centro benessere e di un ristorante in cui assaporare la cucina regionale, nazionale e internazionale. A Sadali , nella Barbagia di Seulo , trovate l’ Albergo Diffuso Montegranatico , diviso tra due palazzi storici nel centro del paese, struttura a basso impatto ambientale con vista panoramica sulle montagne circostanti.

Bed and breakfast: il Nughe ‘e’ Oro B&B a Nuoro si trova in centro città ed è arredato con mobili fatti da artigiani locali. Qui potete fare colazione con vista sulle colline e raggiungere ristoranti e negozi a pochi passi. Il Jannas si trova invece a 7 km da Orgosolo , dispone di camere al piano terra con arredo rustico, affacciate sulla piscina o sul giardino.

Agriturismi: a Seulo l’ Agriturismo Ticci dispone di camere con bagno privato, terrazza e giardino e il ristorante con ricette genuine a base di ingredienti di produzione propria. A Dorgali , dentro un parco affacciato sul Lago Cedrino , sorge l’ Ecoparco Neulè , con terrazza vista lago e cibo di produzione propria e in posizione ideale per passeggiate nella natura o escursioni in canoa e in fuoristrada.

Ristorante

Il ristorante Is Cubas , al km 15 della SP7 a Desulo , vi delizierà con la cortesia del personale qualità del cibo a base di prodotti tipici locali. A Mamoiada potete sostare presso Il Ritrovo , in Corso Vittorio Emanuele III, godere di un’atmosfera amichevole e piatti abbondanti e saporiti a prezzi ottimi.

I luoghi da visitare in Barbagia

Chi conosce la Sardegna solo per il turismo balenare estivo, resterà sorpreso nel vedere la varietà e la bellezza del territorio dell’entroterra sardo. La Barbagia è il territorio storico-geografico sardo più incontaminato, vero centro conservativo della lingua e delle tradizioni.

Cascata a Sadali Durante una gita in Barbagia potete visitare Seulo , dove il 13 agosto si svolge Andalas , l’emozionante viaggio tra i sentieri della Valle dell’Alto Flumendosa, e in aprile la manifestazione di S'Orrosa de Padenti , festa primaverile con degustazioni, laboratori, escursioni. Sempre nella Barbagia di Seulo si trova Sadali , il paese dell’acqua, con la grande cascata nel centro abitato, unico caso in Sardegna, che termina dentro la profonda apertura nel terreno detta Sa Ucca Manna .

Galtellì è un borgo in provincia di Nuoro , dove si può visitare il Museo Etnografico all’interno della costruzione padronale Sa Domo ‘e Sos Marras , mentre a Bitti è presente il Museo Multimediale Sacro del Canto a Tenores, per gli appassionati di musica tradizionale.

Anfiteatro di Su Romanzesu Tra le aree archeologiche c’è Su Tempiesu a Orune , fonte sacra di epoca nuragica, unica testimonianza della copertura dei pozzi sacri preservatasi in originale. A Bitti trovate Su Romanzesu , un villaggio nuragico con un pozzo sacro, due templi, un anfiteatro e una struttura labirintica.

A Nuoro si può visitare il Museo Deleddiano , dedicato alla scrittrice premio Nobel Grazia Deledda, e il MAN , Museo d’Arte moderna e contemporanea. Sbalorditivo è poi il paesaggio del Supramonte Ogliastrino , l’altopiano calcareo tra Urzulei, Dorgali, Baunei, Orgosolo e Oliena, ricco di valli calcaree che arrivano al mare, dette codule, rupi e falesie e di una rigogliosa vegetazione di lecci, tassi e ginepri.

Autunno in Barbagia

Lavorazione della lana a Orgosolo Autunno in Barbagia , o Cortes Apertas , è un’importante manifestazione che si tiene ogni anno e che ha lo scopo di valorizzare il patrimonio culturale, gastronomico e paesaggistico dei paesi del territorio barbaricino. L’evento si svolge durante i mesi autunnali coinvolgendo tutti gli abitanti, che aprono le loro cortes (cortili) portandovi alla scoperta delle tradizioni millenarie, dell’artigianato tipico e dell’enogastronomia.

Potete fare un tour tra le cortes, aperte appositamente per l’evento, e trovare degustazioni di prodotti tipici , le donne che fanno il pane e i dolci e le esposizioni di manufatti artigianali in legno, in pelle e in tessuto. Tra le iniziative tipiche vi sono i giri per le cantine vinicole , l’esibizione dei balli in costume tradizionale e dei canti a tenore , insieme ad attività per i bambini e ad eventi collaterali di tipo artistico o letterario.

Per godere appieno della manifestazione si può approfittare delle gite organizzate verso le mete programmate, con i pullman andata e ritorno in giornata, oppure soggiornare in uno degli alberghi e agriturismi della zona per partecipare all’evento durante tutto il fine settimana.

Fonti delle immagini: